RUMORE E VIBRAZIONI

Limiti di esposizione, rumore in ambienti abitativi e in ambiente esterno

 

L'esposizione al rumore costante e alle vibrazioni può rappresentare un rischio per la salute del lavoratore. Pertanto è la Legge stessa a prevedere l'obbligatorietà per le Aziende di valutare tali rischi nei luoghi di lavoro e Comie realizza prove di impatto acustico per imprese industriali e per enti pubblici.

 

Comie mette a disposizione delle imprese la competenza acquisita per lo sviluppo dei sistemi di gestione ambientale e aziendale. I contatti e le collaborazioni avvenute negli anni con consulenti del settore sono ora parte del valore aggiunto dell'azienda per la creazione di sistemi efficaci nei settori chimico e analitico.

 

 


D.P.C.M. 1 marzo 1991 - Limiti massimi di esposizione al rumore negli ambienti abitativi e nell'ambiente esterno. D. L.vo 15 agosto 1991, n. 277 - Attuazione delle direttive n. 80/1107/CEE, n. 82/605/CEE, n. 83/477/CEE, n. 86/188/CEE e n. 88/642/CEE, in materia di protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da esposizione ad agenti chimici, fisici e biologici durante il lavoro, a norma dell'art. 7 della legge 30 luglio 1990, n. 212.

CONTATTACI

+39 0321 820340

info@comie.it