RIFIUTI

Indagini e Analisi merceologiche di rifiuti urbani e industriali.

 

Il corretto smaltimento dei rifiuti industriali parte dall'individuazione delle caratteristiche di pericolo intrinseche che possono potenzialmente crearsi durante il processo produttivo. La quantificazione di parametri significativi del rifiuto porta alla conoscenza delle caratteristiche di pericolo ad esso collegate.
Il laboratorio Comie assiste i clienti sia come supporto analitico che di consulenza per lo sviluppo dell'iter richiesto per la caratterizzazione dei rifiuti.

In base alla tipologia di trattamento a cui i rifiuti sono destinati, sono richieste analisi di diversa periodicità e tipologia.

Analisi obbligatorie:

CONFERIMENTO IN DISCARICA
Il D.M. 03/08/05 prevede che la caratterizzazione dei rifiuti, al fine di determinare l'ammissibilità in discarica sia a carico del produttore. La caratterizzazione ha lo scopo di fornire informazioni fondamentali in merito ai rifiuti (tipo e origine, composizione, consistenza, tendenza a produrre percolato, possibilità di trattamento, parametri critici, ecc.). Tale caratterizzazione deve essere eseguita in occasione del primo conferimento e ripetuta ad ogni variazione significativa del processo originante i rifiuti e comunque almeno una volta all'anno.

CONFERIMENTO AD IMPIANTI DI TERMOVALORIZZAZIONE (INCENERITORI)
Il Dlgs 133/2005, prevede che il gestore dell'impianto di incenerimento acquisisca dal produttore del rifiuto informazioni sulla composizione chimica dello stesso, al fine di verificare il rispetto delle prescrizioni contenute nellìautorizzazione all'esercizio dell'impianto.

CONFERIMENTO AD ATTIVITÀ DI RECUPERO RIFIUTI OPERANTI IN REGIME SEMPLIFICATO
Per questo tipo di recupero, ai sensi del D.m. 05/02/98 e del Dm 161/02, è stabilito che le analisi siano eseguite dal produttore, in occasione del primo conferimento all'impianto e successivamente ogni 24 mesi (12 nel caso di rifiuti pericolosi) e comunque ogni volta che intervengano modifiche sostanziali nel processo di produzione che ha originato tali rifiuti.

 

Analisi non obbligatorie
Le analisi non sono obbligatorie nei casi in cui i rifiuti:

  • siano assimilati agli urbani e smaltiti mediante il servizio di raccolta dei rifiuti urbani (es. cassonetti stradali, raccolta porta a porta)
  • siano conferiti ad attività di trattamento dei rifiuti operanti in regime ordinario ai sensi del art. 208 del Dlgs 152/06, sempre che tali analisi non siano richieste dal gestore dell'impianto di trattamento

 

AREA CLIENTI

  >

DOWNLOAD

  >

Modulistica, metodologie di campionamento, carta dei servizi e materiale documentativo...


Campionamento ed analisi dei rifiuti secondo quanto previsto da: D.Lgs. Governo n° 152 del 03/04/2006 Norme in materia ambientale. Gazz. Uff. Suppl. Ordin. n° 88 del 14/04/2006.

CONTATTACI

+39 0321 820340

info@comie.it